lo spazio del traduttore

– dove le idee scelgono nuove lingue

Lo spazio che non tradisce il traduttore

Spazio comodo, spazio tranquillo, spazio ordinato.

E’ con questi  tre semplici aggettivi che posso definire in sintesi il mio spazio di lavoro.

Il primo è legato alla mia posizione fisica nel suo interno. Il secondo alla mia percezione uditiva che influenza fortemente la mia capacità di concentrazione. Il terzo, infine, è connesso al punto di vista visivo di quanto esteticamente mi circonda.

Sviluppando questi tre assi percettivi ho scelto di creare intorno a me un ambiente che sia il più possibile idoneo al mio lavoro di traduttore. Penso non sia importante parlare di ambiente legato alla propria passione o specializzazione. Il fatto di essere traduttore editoriale, tecnico o legale non ha per me nessuna incidenza nella scelta dello stile del proprio studio. Spesso infatti chi fa il nostro mestiere è obbligato à scegliere un luogo all’interno del proprio appartamento ed è vincolato ad avere a disposizione spazi esigui, eccetto per chi abita in zone dove il costo immobiliare è ancora contenuto.

Dunque seguendo questi tre punti devo dire che ho preferito la comodità piuttosto della bellezza e ricercatezza estetica. Ho acquistato una poltrona in un grande ipermercato comodissima in stoffa  nera ma esteticamente banale visto che soffro spesso di maldischiena lombare. La scrivania è grande affinché possa appoggiare il mio Mac ed altri dispositivi elettronici. Utilizzo una luce indiretta, leggermente azzurata, per non affaticare troppo la vista. Durante il giorno, quando il tempo è bello sfrutto a pieno la luce di  un’ampia porta finestra che si trova opposta  alla porta di ingresso. Non ho messo tende visto che non ho nessun vis-à-vis e che di fronte a me sorge un parco secolare.

Per in santa pace tradurre ho scelto la stanza più silenziosa dell’appartamento, lontana da fonti di rumore interne ed esterne. Tengo spesso la porta chiusa che ho ricoperto con un sottile strato di materiale fono assorbente. Essenso al 4° piano e avendo doppi vetri non percepisco nessun rumore, neppure il cinguettio degli uccelli che spesso si sofferfano sui rami dei platani antistanti.

La stanza è arredata prevamentemente con colori scuri, pavimento in noce semiscuro, scrivania del medesimo legno, poltrona – come ho già detto estremamente comoda sebbene  non sintonia con il resto del mobilio. Non sono un grande arredatore ma ricerco comunque l’ordine – tutto trova il proprio spazio nel mio ufficio di traduttore; non amo tanti oggetti e la polvere che si potrebbe posarsi sopra. L’unico particolare ‘vezzoso’, degno di nota è un acquario di media dimensione che mi fa compagnia nel più profondo silenzio durante le giornate e le serate di intenso lavoro.

Yann Temple

Da oltre vent’anni  Yann realizza traduzioni nell’ambito tecnico e giuridico. La sua esperienza comprovata gli consente di adeguarsi perfettamente alle più svariate tecnicità dei testi. Predilige soprattutto i documenti che si riferiscono alle catene di produzione (manuali di utilizzo o manutenzione delle macchine utensili), alle schede di prodotto (schede descrittive, cataloghi) ed anche alle diverse norme in vigore nel commercio internazionale (norme I.S.O., norme di conformità per i prodotti pericolosi, ecc.). Possiede, inoltre, una forte conoscenza dei documenti a carattere legale (contratti commerciali, di partenership, di distribuzione, licenze di utilizzo, ecc.).

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

5 pensieri su “Lo spazio che non tradisce il traduttore

  1. Grazie Yann. Descrizione originale. Effettivamente lascia molto spazio all’immaginazione.

  2. Lasciare viaggiare l’immaginazione serve molto nel mestiere di traduttore anche se di per se non deve mai tradire. Blog interessante. Mi complimento.

  3. Ringrazio Molto Charlie – Desidererei veramente che i traduttori vi partecipino con entusiamo.

  4. Sarah houte in ha detto:

    blog di qualità, utile per i traduttori. Sto preparando un articolo sul il mio spazio di lavoro.

  5. Grazie Sarah. Attendiamo tue notizie. Buon lavoro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: